venerdì 4 ottobre 2013

Cronaca e numeri di una domenica a Castel Fusano

In netto ritardo (come al solito), ma due parole (!) sul Triathlon Duathlon Sprint di domenica scorsa a Castel Fusano le voglio comunque dire.

Come ampiamente previsto dal meteo, la mattina di domenica le condizioni sono di quelle che invogliano a stare a letto, piuttosto che a gareggiare in un triathlon: vento, qualche goccia di pioggia e mare "formato". Ma tant'è...


In zona cambio incontro Stefano Strong, Lucaone con il padre, Marco, Giancarlo e diversi compagni del Torrino Triathlon; l'atmosfera è rilassata e, mentre molti tentano di informarsi circa l'uso della muta, ecco l'annuncio:
frazione di nuoto annullata per mancanza delle condizioni di sicurezza.

Come sempre accade, qualcuno storce il naso e si lamenta, ma chi conosce quel tratto di litorale, con il suo susseguirsi di buche e di secche, sa perfettamente quanto sia pericoloso in presenza di onda e corrente. Personalemte, non sacrificherò i pochi capelli rimasti, strappandomeli sull'altare della prima frazione, anzi...

(Dovendo tornare in auto per prendere il cardio, decido di riporvi la muta e l'altro materiale non utilizzato. Detto così sembra un particolare inutile ed insignificante, ma non sarà così.)

Finalmente si parte: in ossequio a quanto disposta dal coach, parto piuttosto forte (per i miei ritmi, ovviamente), poi mi assesto intorno ai 4:15-4:20/km, chiudendo i primi 5 km di corsa in 22:31 (tempo ufficiale, non so se comprende o meno la zona cambio).

Dopo una transizione piuttosto rapida, per la prima volta da quando gareggio riparto per la frazione bici in un gruppetto e non in beata solitudine, il che mi permette di risprmiare parecchie energie (bella scoperta, direte, ma per me è una bella novità), anche se, dopo poco, mi rendo conto che la velocità non è molto elevata: riusciamo a recuperare solo su pochi malcapitati, mentre il gruppo contiuna ad aumentare di numero a causa di diversi concorrenti che ci raggiungono.

C'è poi un altro dato che mi fa pensare che il ritmo non sia proprio irresistibile: non solo riesco a rimanere costantemente nelle posizioni di testa del gruppo (io? si, proprio io), ma riesco persino a dare diversi cambi (ma sei sicuro di essere io?) senza faticare eccessivamente. Non un buon segno.

Comunque, la frazione di 20 km in bici si conclude con un discreto 30:43 (poco sotto i 40 km/h di media, se le distanze erano reali).
 
Questa volta la transizione non sarà molto veloce, un pò a causa della conformazione della zona cambio, ed un pò grazie ad un fenomeno (il nr. 200, se mi legge...) che, completamente disorientato, pensa bene di fermarsi nel punto più stretto della corsia di ingresso, tentando di individuare la sua postazione.
 
Dopo avergli (gentilmente?) fatto notare che non era quello il luogo più adatto per fermarsi, raggiungo la mia postazione, aggancio la bici, infilo le scarpe, prendo un gel e via, più veloce del vento... Ora, potrei dire di essermi ricordato degli avvertimenti dati durante il breafing a proposito di alcune curve sdrucciolevoli, oppure sostenere che la prudenza non è mai troppa, che nella pineta ci sono i cinghiali e via così, ma la realtà, la dura realtà è un'altra: nella fretta... ehm... mi sono... cioè... vabbè, lo dico tutto d'un fiato: sonouscitodallazonacambiocolcascointestamalholanciatosubito...  Ehm, no, niente. Dicevamo?
 
L'ultima frazione di corsa - 2,5 km quasi completamente nella pineta - vola via veloce, cercando di sfruttare le ultime energie residue, e si conclude con un discreto 11:51. Lungo la strada incrocio Lucaone (terzo assoluto al traguardo!!!) e Strong, che, con mia grande sorpresa, non sembra poi così distante.
 
Alla fine, la gara si conclude con un tempo totale di 1:05:06, anche se il mio Garmin, riporta un tempo di 1:04:43 (misteri dei cronometraggi Forhans...)
 
Fin qui la cronaca della gara. Ora permettetemi di dare qualche voto:

10 cum laude all'iniziativa degli organizzatori di associare alla gara la pulizia della pineta con i ragazzi delle scuole, nell'ambito dell'iniziativa "Puliamo il Mondo" promossa da Legambiente;

10 alla zona accoglienza ed al pasta Party: buono il cibo, gentilissimi i volontari, stand separato che serviva alimenti senza glutine, decine di contenitori per la raccolta differenziata;

9 alla scelta di non far disputare la frazione di nuoto;

8 al percorso: non proprio spettacolare, ma praticamente chiuso al traffico veicolare. Non si poteva fare molto di più;

8 alla zona cambio: qualche angolo un tantino stretto, che creava ingorghi in presenza di gruppi numerosi, ma tutto sommato ben organizzata;

7 a Stefano Spina, speaker della manifestazione: trasmette entusiasmo, fornisce informazioni, sensibilizza sulla raccolta differenziata, conosce tutti, spiega, cazzeggia, parla, parla... parla... parla...

7-- alla mia prestazione: ho corso come ha chiesto il coach, ma avrei voluto fare meglio nella frazione bike;
 
5 al servizio di cronometraggio Forhans;
 
4 all'asfalto del tratto di lungomare.
 
Infine, due citazioni particolari:
 
Un 10 a Franci "Semper adamas"che, nel nubifragio dell'Elba, domenica ha concluso il suo primo Ironman: GRANDISSIMA!
 
Un 5 - di pura aritmetica -  a Fabio "IronManzi", perchè di Ironman all'Elba ne ha fatto solo mezzo: GRANDE!
 
UN BEL 10 al COJONE che, mentre ero in gara, ha aperto la mia macchina e mi ha rubato la borsa con la muta ed altro materiale sportivo.
Fatti dire due cose:
1- A COJONE!!! nel cassettino c'era l'iPhone, il portafogli e le carte di credito, e tu non li hai neppure visti... (per mia fortuna)
2- spero che tu non sia così COJONE da farti trovare con la maglia del Torrino in giro per la pineta di Ostia, perchè te ce pianto in mezzo a quei girasoli.

4 commenti:

  1. se vedo quel cojone (e pure infame) in giro per ostia t'avviso ;) avrei volentieri assistito, ci partecipava un amico, ma sono rientrato a ostia proprio mentre finivate......

    RispondiElimina
  2. che poi il mio amico fabio g. è un tuo compagno di squadra, vedo.....

    RispondiElimina
  3. Sempre più spesso capitano quests cose. Mettila cosi non si e accorto del portafoglio e non hai dovuto perdere tempo a rifare i documenti e le varie denunce

    RispondiElimina
  4. non lo sapevo ste... che merda!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...